Europe and Central Asia

Ricominciare e rilanciare la nostra economia per un futuro sostenibile

 

"Il potenziale dell’Unione Europea, nell’impiegare la sua solidarità e le sue immense risorse per fronteggiare l’emergenza traumatica che COVID19 ha imposto sulla nostra salute, sulla nostra economia e sulle nostre menti, è innegabile. Proprio come abbiamo costruito una società migliore dalle ceneri della Seconda Guerra Mondiale, allo stesso modo oggi siamo chiamati all’azione.
 
Siamo lieti di sostenere i Ministri Europei di 11 paesi, i 79 deputati del Parlamento Europeo di 17 Stati Membri, i 37 Amministratori delegati del settore privato, e un consistente numero di altri esponenti della Societa’ Civile, in un appello per un  grande sforzo collettivo che unisca la risposta alla pandemia con la lotta contro il cambiamento climatico e la perdita di biodiversità.
Il COVID19 non ha fermato la rapida ed inesorabile marcia di queste due crisi esistenziali. Anzi, il virus ha strappato brutalmente il velo alle nostre mancanze di uguaglianza, di giustizia e di resilienza in campo sociale, economico e ambientale. Dobbiamo impegnare la nostra nuova solidarietà, emersa in questi gironi difficili, nella lotta per una società più equa e sana.
Se COVID19 ci insegna qualcosa, è che insieme possiamo mobilitarci in maniera rapida, efficace e compatta contro le sfide della vita e della morte. Per la scienza è innegabile che la sopravvivenza dell'umanità esige che si adottino ora tutte le misure possibili, nonché drammatiche, per fermare e invertire il riscaldamento globale e fermare il collasso della natura.
 
L'opportunità di unire le massicce risorse mobilitate per risanare le nostre economie e proteggere i cittadini più vulnerabili, con il pensiero e i principi trasformativi del Green Deal dell'UE, non deve essere persa. È un elemento indispensabile per la transizione che la nostra società deve fare verso la sostenibilità. È fondamentale che la sostenibilità verde sia il pilastro di questi investimenti. È la chiave che potrebbe sbloccare la camicia di forza in cui ci troviamo con l’emergenza climaticha e della biodiversità. Alla fine usciremo vittoriosi dalla lotta contro il virus, ma se l'equilibrio del pianeta viene spinto oltre il suo limite, non ci sarà alcun deconfinamento, non ci sarà alcuna ripresa."
Ariel Brunner, Senior Head of Policy, BirdLife Europe and Central Asia